Consegna Comune di Chivasso – Trasporto Etico Sostenibile –

CHIVASSO. PROGETTO TRASPORTO ETICO SOSTENIBILE. Un altro importante passo avanti nella lotta agli sprechi alimentari e per la solidarietà: martedì 22 novembre è avvenuta la consegna del nuovo mezzo coibentato che servirà a raccogliere le eccedenze alimentari fresche, da redistribuire alle persone in difficoltà.
Il progetto era partito mesi fa su impulso dell’assessorato alle politiche sociali, guidato da Annalisa De Col, con l’obiettivo di raccogliere cibi deperibili e riutilizzarli nel giro di pochissimi giorni grazie a un circuito che è stato possibile attivare anche in seguito alla nuova Legge antisprechi.
Spiegano il sindaco Libero Ciuffreda e l’assessore De Col: «Con l’obiettivo di raggiungere sempre più soggetti, abbiamo istituito un bando, che si è aggiudicato la società Mobilità Etica di Collegno». Quest’ultima, ha proposto al Comune il progetto trasporto etico sostenibile, che prevede di mettere in dotazione un mezzo coibentato (un Renault Kangoo) per salvaguardare la freschezza dei cibi, pagato con i soldi degli sponsor. Il mezzo viene consegnato completamente spesato, con polizze e con manutenzione ordinaria e straordinaria e al Comune spetterà la sola spesa del carburante. Gli sponsor che hanno aderito sono Nadia Salumeria – Macelleria Moriondo di Arè di Caluso, Bar Ristorante Mandria, Pasticceria Tallia, Caffè Firenze, L’Allegro Nido, Girarrosto Santa Rita, Farmacia Croce, Farmacia Chivasso Est. Altri hanno aderito in forma anonima.
Rispetto al progetto iniziale si è aggiunto un altro importante tassello grazie alla partecipazione delle farmacie, che dedicheranno, nei loro locali, un angolo dove si potranno donare farmaci da automedicazione che verranno poi dati alle persone in difficoltà. «Sono molti anni che sono a Chivasso e ho visto fare tanti passi verso la solidarietà – spiega il dottor Mauro Trioni, Direttore del Distretto di Chivasso dell’AslTo4 – queste iniziative, ci dicono che Chivasso è viva e non dimentichiamo che la solidarietà non è mai così scontata».